martedì 11 ottobre 2016

VENTO D'AUTUNNO (GIUSEPPE ROMANO)

Vento d'autunno
trascini le foglie,
spinto dall'impeto
del cielo in fermento.
Avvii la stagione
che spazia con vena,
rincalzi la mente
alla serena ragione.
Preludi un tempo
di lunga durata,
tramandi la volontà
all'incerta veduta.
Il senso ritrova
la giusta misura,
convoglia la ragione
alla retta assegnata.
Travagli con impeto
il mare che s'oscura,
riprendi i colori
della fiorita natura.
Urli nei campi
sprovvisti di spiga,
spargi la polvere
nell'occhio che guida
G.Romano

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento