martedì 18 ottobre 2016

LONTANA (GIORGIA CASTELLANI)


Chissà cosa pensa la mia mente oggi
assorta viaggia in strani vicoli segreti
ricompone momenti e ne prova rimpianto
quasi cercasse quel sogno sbiadito.
Mi parlano, voci lontane, rimbombano
ma non ascolto, le lascio rumoreggiare
come onde le lascio andare, leggere
trasportate dal moto incessante.
E' un groviglio di ricordi, d'attimi perduti
che non torneranno
penso a mia madre ed al suo feroce mancare
anche adesso che l'età mi ha fecondata da tempo
lei non c'è, non ci sarà piu'.
Eppure ti vorrei tanto
ma per quanto m'allungo
non trovo il tuo sorriso
e la tua mano da stringere
per dar conforto ed amore
ad entrambe sempre troppo sole.
@ copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento