lunedì 3 ottobre 2016

Lì di ANNAMARIA VEZIO



Eri lì,
in controluce tra il lontano e il qui
Corbezzolo dorato
in riccioli d’angelo ancorato
alla bocca di Dio
Eri lì, nel cuore e negli occhi
ti guardavo
in controluce tra l’ombre dell’eterno
e la certezza del qui
Eri qui, lo stesso giorno che mezzo mi fece
l’eterno provvido
E ti guardo oggi com’allora
fascio di luce nelle tenebre
Raggio di sole: vita per terre aride
Eri lì, nella stessa luce nello stesso istante
per motivi diversi o forse lo stesso
il giorno che ti ho trovato
uomo
nello stesso luogo in cui ti abbracciai
bimbo
a me: nuovo gemito di vita ancorato
al disegno di Dio.
Nota dell'autore:
A mio figlio, uomo.
All rights reserved - © copyright text ed. 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento