martedì 4 ottobre 2016

LACRIME (ANGELO GIUSTINI)




Scende lentamente verso il basso
superando ostacoli che frenano la corsa
mentre lenta e inesorabile una fila gemella 
ripete quel viaggio con eguale direzione.
A fatica riprende la via, sospinta dalle
altre che si affannano alle spalle
e insieme si slanciano nel vuoto
cadendo senza grida ai piedi miei.
Occhi umidi e arrossati
accompagnano il tumulto del cuore
ed il gemito sommesso di una vita
che spera ancora e sempre
di ritrovarti bella e sorridente al fianco mio.
Angelo Giustini
tdr

1 commento:

Lascia il tuo commento