martedì 11 ottobre 2016

DI RICORDI E SOGNI (LAURA COSTAGLIOLA)




Di ricordi e sogni
vivo.
Sono un’anima vagabonda,
che mangia ingorda
battiti e sorrisi.
Sono una Penelope
che tesse la tela di amori
e sottili cristalli.
Giullare che cammina a testa ingiù
per i vicoli semibui,
cantando a squarciagola
aliti di isole lontane.
Vivo di sogni incoscienti
E bevo il vino della follia.
Sono una venere storta e distorta,
che nuota in un mare silente.
Un ingranaggio che si ribella
al movimento caotico e monotono
delle giungle urbane.
Sono un gatto randagio e bagnato,
che osserva sui tetti
i passi della gente
e miagola alla luna.
Seguo fiumi in piena
senza bussola.
Mi lascio fare l’amore
dagli aliti di tramonti,
che scivolano sulla pelle.
Respiro passioni
e ridendo,
mi sporco di ingiurie e rose
e le appendo
Sono ballerina
sporca e ubriaca di emozioni,
che danza tra riverberi di rime,
che si imprigionano tra i capelli.
(Laura Costagliola)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento