venerdì 23 settembre 2016

UN SOLE STRANO (GIORGIA CASTELLANI)


Si fa sorprendere tra nubi cariche
nasconde il suo raggio e la luce rabbuia
vedo voli impazziti andare
ed i soliti piccioni bussare alla mia finestra.
Non è un autunno logico
troppo carico il cielo
se iniziamo così ci sommergerà il fiume
il mare e gli oceani scomposti.
Volano misere foglie spezzate dal vento
non ci sono nidi che proteggono
e piange il piccolo spaventato
senza cibo.
Spingi la tua luce oltre le nuvole copiose
abbiamo bisogno di vita che sorge
e di respirare
mentre altri vanno scrutando lassù
tornano indietro
preoccupati da questo sole strano.
@ copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento