mercoledì 14 settembre 2016

TRASFORMAZIONE (ANDREA MICELI)


Mi Rinnovo in te,
e balzo fuori dal parapiglia.
Venisti a me furtiva nella notte buia.
Sempre ti aspetto in quel luogo d'incontro.
Custodisco gelosamente il tuo racconto,
di quel bimbo vivace,
che poi divenne uomo,
per ritornar bambino.
Mi Rinnovo in te,
fragranza mia diletta,
Opera Divina.
preziosa pietra Diamantina.
Sapessero chi sonnecchia dentro il Sacro osso,
volgerebbero lo sguardo a Dio.
Mi Rinnovo in te,
e dentro maglie strette,
non attardar in mio aspettarti.
Che ora tarda fu mai a venire?
Vedo grotte, fango,
e acque putride all'imbrunire.
Sovvengo accorto al mal torto,
e volo oltre.
Intingo a Cuor aperto
note a suon di Meraviglia.
Dove soave brezza bisbiglia.
Anche la luna mendace s'acciglia.
Da sempre le Stelle si riuniscono in coro,
Scordarti non posso,
ti aspetto da sempre,
e nell'attesa...
di te m'innamoro.
Andrea Miceli
Diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento