giovedì 29 settembre 2016

TACITI IMPULSI (IRIS VIGNOLA)


Amor taciuto nel cuore, nei sensi e nella mente,
speranza che non s'abbia da occultar perpetuamente,
nel tempo che decresce
e non dà atto a remar controcorrente.
Inconsapevol della sorte ch'attende, paziente,
il giunger del crucial temuto istante
in cui prender coscienza della sua benevolenza
o d'una condanna a morte,
nel mentre, istinti irrefrenabili si svelan,
taciti impulsi d'averti... d'avermi,
aldilà di tutto o al di là di niente...
dipende ciò che conta veramente,
nell'ansia d'avvilita attesa del cuore, dei sensi e della mente,
ch'agogn'al chiarore d'orizzonte, reso grigio dall'incerto,
nuova linfa all'avvenire di due corpi separati,
bensì uniti nel reciproco richiamo
dello spirito d'ognuno, ch'è padre di noi stessi,
aspirante a realizzare la simbiosi di due esseri imperfetti,
che divengono perfetti, nel congiungersi in sol uno
28/09/2016.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento