venerdì 23 settembre 2016

QUANN’ E’ SCURA (BELGIRO DI MARZO)




Quann’ a luna è scura é notte
è cumme ‘o core senza ammore
so parole senza suonno
é quanne parl’ ‘m cunfunne,
nun capisco ‘o fascio è luce
se si tu ‘ca nun vuò cchiù,
niro é luongo striscia ‘n cielo
pare n’ombra é chill’ammore,
‘nu ricordo bello é strano
quanne a luna stev’appicciata,
io m’afflitto ‘cu penziero
mentre tu nun pienz’ a me,
sora luna mo aspetto ‘o sole,
semp’ ‘o juorno ad arrivà.
B. Di Marzo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento