lunedì 26 settembre 2016

L'ULTIMO SGUARDO (FEDERICA VANNACCI)

Ci regalammo il tempo
per essere felici,
fra partenze di sogni
e ritorni di realtà,
il sole sfiorò
braccia e guance
su una panchina
sfiorata dal vento,
poi il profumo del mare
accompagnò gli sguardi,
conchiglie tra le mani
e un indimenticabile tramonto.
Furono giorni di storia
e di eterno,
acqua marmorea
a rinfrescare la vita.
Mani intrecciate su percorsi
di antiche memorie
sotto un cielo stellato d'estate,
ponti da salire e scendere
attraversati da emozioni.
Vivemmo sulla pelle
brividi d'amore sussurrati
in respiri racchiusi tra quattro mura.
E sognammo di noi
in un tempo lontano
dove l'unica cosa che mancò
fu l'ultimo sguardo
stretti in un abbraccio
dove sorrisi e lacrime
si sarebbero confusi
in un addio alla stazione.
Federic@ Vann@cci

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento