sabato 10 settembre 2016

FUGGO (MAYA CAU)


Sì, fuggo, perché il mondo è falso.
Da tempo mi ha stancata
con le sue illusorie certezze. 
Ora voglio camminare giorno per giorno
sui sentieri sconosciuti del cielo ,
dove il silenzio intesse i suoi
minuti senza inganni e delle ore
cuce meraviglie.
Voglio che il mio tempo non sia
trascorso invano.
Contemplare, ammirare,
conoscere le genti, vorrei poter
parlare con il vento quando,
chiacchiera con i fiori aspirandone
il profumi.
Ardua sarà la strada che mi
condurrà lontana, e se non sarà follia
stendero' nel cielo lunghi arcobaleni.
Di voi tutti parlerò alle stelle
e della luna complice sarò
Tra battiti d'ali e fremiti di gioia
al mondo dirò addio e
in una nuova dimensione
rinascero'.
Maria Cau
D.R.L633/1941/.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento