martedì 27 settembre 2016

FIGLIE DELL'AMORE (GIUSEPPE SPADERA)


Scorgo nel cielo nuovi orizzonti,
strade che si estendono all' infinito
per un viaggio sulle ali della libertà.
Scorci di luci nel buio,
i sorrisi delle stelle,
quasi fiamme ad illuminare l' universo.
Figlie di un amore
e madri della speranza,
sogni regalati e caduti dal cielo,
come grani di polvere d' oro
e resta nel cuore, il desiderio,
nell' attesa che si avveri.
Sul carro che traina il tempo,
l' eternità gioca a mutare il cosmo,
e muoiono e rinascono, le stelle,
nella danza dell' Origine,
come comparse che raccontano l' Assoluto,
nell' attimo di un bagliore,
che non finirà mai più di splendere.
E il Mistero avvolge nel suo manto nero,
ciò che la la Luce ancora non ha svelato
e, scritto nel Disegno Divino,
continua la sua eterna rincorsa
a rincorrere l' evoluzione.
Giuseppe Spadera

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento