sabato 10 settembre 2016

E SOFFRO (CESARE MOCEO)


A volte penso
solo per tenere impegnata la mente
e soffro
Io naufrago del mio viaggio
cerco l'approdo
nell'evocare i ricordi della vita
e raccontarmi i miei lati...ammaccati
fin dalla scoperta dell'amore
di quell'amore che a pensarlo ancora oggi
risuonano tutte le campane
fino alle me conquiste artistiche
E soffro
ad immedesimarmi nella definitiva
capacità provvisoria
d'aver più intelligenza nelle dita
che nella mente
incapace di trovare antidoti
all'intossicazione da parole espresse
con la pretesa di trasformarle in ideologie
e con la soddisfazione di morire dell'umiliazione d'aver sottratto indebitamente il mio Essere

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento