domenica 4 settembre 2016

DIARIO (OTELLO SEMITI)


In fondo allo scaffale è un libro colorato
dove scrivo quasi da quando son nato,
il mio io distratto
il mio esser matto
il mio sapor di un giorno,
le parole e le voci del silenzio
il volo di farfalle,
il cammino di un bimbo,
il pensare ed il passar del tempo,
di oggi di ieri e di ogni futuro giorno.
Il diario è un percorso dove ti rifugi quando sei perso,
un lampo nelle notti insonni
quando sfogli amori e dolori
odi e rancori sfogando nelle pagine i livori.
Sei come la vita,
giri una pagina come sfogliando una margherita.
Sono non sono
ero non mi capisco
era un film già visto.
Diario mio son di te il rigo
sporco con parole e parole quel tuo bianco vestito.
A volte credimi non so quel che dico.
Caro diario tu sei della mia anima il vestito
dopo ogni doccia di parole cambi il colore
secondo l'umore,
vivi con me nel mio cammino
parli del destino,
sei scrigno poco segreto di un omino.
...ADDI' 03 DEL MESE DI SETTEMBRE...
...ANNO DOMINI 2016...
...L'OTELLO...SEM

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento