domenica 28 agosto 2016

VINTANNE (BELGIRO DI MARZO)




Vintann’ é chiù vintanne
si nun sbaglio so quaranta,
vintanne facennele ‘p tre,
azzzzzzzzz fanne sissanta,
a matematica è chesta
é cumme passa ‘o tiempo!
E se nun i cuntasse ?
so sempe neonato ?
Ancora inta a panza ‘o prematuro
arraggiona forte ‘o criaturo,
ma si, a vita è chesta,‘p fa cuntento
a loro… ‘t hann’ fatto fess’,
so vase é so carezze é ‘cu ‘nu poco
é tenerezza ‘t hanno ‘mbracato
‘ca cavezza,
a forza du destino, ‘s nasce ninno
é ‘cu lu tiempo ‘nu viecchio
rimbambito.
B. Di Marzo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento