mercoledì 31 agosto 2016

TERRA E MARE (ALESSANDRO DE CERCHIO)




"Il tuo corpo non risiede
dove giace la tua anima,
e spesso ci succede
di voler essere altrove.
Fame atavica, la tua,
dalle antiche vibrazioni,
risonanti nell'Eterno
dove non esiste morte.
Terra e mare, vuoi abbracciare,
possedere ed amare,
senza testa, come fosse
la passione più carnale.
Questa vita ti ha sfinito,
ma non sufficientemente
per rimetterti in cammino
e tornare a casa tua."
Alessandro De Cerchio
28-08-16
[Foto: Mia, al mare della Pineta di Pescara, tramonto del 22 10 15]

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento