martedì 23 agosto 2016

OVERDOSE D'AMORE (CESARE MOCEO)

Sopravvissuto
a molteplici calamità naturali
vago
come un naufrago scampato a mille tsunami
turbamenti con effetti collaterali sconvolgenti
nel cuore che batte ancora
senza rinnegare le sue aritmìe
Come un mendicante che
con espressione stralunata
indaga la sua povertà
nel groviglio armonioso
delle sue borse
cerco la mia ricchezza
nella sacca di mille abbracci
immergendomi
nella realtà che mi circonda
per assaporarne la piena intensità
nello sfavillìo dell'anima
in overdose d'amore
e addormentarmi nei sogni
cullato da questa musica
a stimolare nuove emozioni.
.
cesaremoceo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento