lunedì 22 agosto 2016

OVE IL RESPIRO SI FERMA (GIORGIO BISIGNANO)




Nella calma fossile
di questa stanza chiusa
ristagnano le ombre
si celano pensieri.
Fragile ala verde
di libertà perduta
Regala l’attimo:
bagliore di speranza.
Ma la mia mente vaga
cercar beltà nei sassi
in cose silenziose
in ogni erba muta.
Scevre ai più, le vivo.
Consumano l’aria
entro dogmi assurdi
dettati da eventi.
Mentre è allo sbando
tutto quel che è bello
non trova soluzione
in civiltà perduta.
Accarezzo souvenir
mandato da mia figlia.
Sento la linfa pulsar
scende una lacrima.
Lascio assiomi e dio
oltre la porta chiusa
accarezzo ricordi
in perenne rivolta.
Sento color del cielo
la cena è già pronta
dolce è desinare
con chi ascolta ancora.
22-08-2016
Giorgio Bisignano
Dipinto di Jenny Ungaro

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento