martedì 2 agosto 2016

ONDE (ANTONIO STASI)


Fremiti di mare,
impaziente in sconfinati lidi.
Fotonici formicolai che vanno
e vengono, ponendo scettri
d’immagini in mano a sconosciuti
simili.
Gravitazionali onde, irreali in menti
d’infanti umani!
Magnetici coinvolgimenti
avvolgono Terre e i nostri spiriti.
Onde fluttuanti in menti bacate e savie.
Onde andrò sarò pregno di voi!

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento