mercoledì 31 agosto 2016

NUBIFRAGIO (ESCLUSO MORTIMER)


Improvviso nubifragio
Che ricorda quel di Maggio
Bagnato come un Pulcino
Strano ma mi risento bambino
Eppure solo poco prima c'era un sole forte
Che avrebbe riscaldato anche la morte
Ed in questa estate tempo di mare
Per strada mi trovo a navigare
Forse ci voleva
Un po' di fresco era da tempo che non si vedeva
Ma magari non così tanto
Che è impossibile trovare qualsiasi riparo intanto
Ora improvviso torna il tempo bello
E chi lo aveva può chiudere l'ombrello
Il sole mi asciuga addosso i bagnati panni
E la mia salute forse avrà meno danni
Ma continua questo strano fatto
Quasi avessi stipulato un patto
Ogni volta che torno al mio paese
Succede qualcosa è palese
O piove o è tempo brutto
Magari anche grandinate e di tutto
Ed ogni tanto la brutta mossa
Di risentire qualche scossa
Son tre anni ormai che da lui vivo lontano
Ed il sogno di tornarci sempre più vano
Come sempre più forte la speranza
Ma credo sarà ancora lunga questa mia assenza
Ora è calmato non è più come quel di Maggio
E riprendo il viaggio con tristezza e coraggio
Custodendo sempre nel cuore
L'eterno ed infinito dolore!
Si riserva ogni uso o utilizzo @copyright di Escluso Mortimer

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento