lunedì 8 agosto 2016

NEANCHE UN ATTIMO (GIORGIA CASTELLANI)


Ore ed ore davanti a questi vetri
ad aspettare un passo
un volto mai apparso.
Trinciano i pensieri la carne spenta
s'accavallano creando pathos
ed intanto s'avvia a dormire
la luce del mattino
neanche per un attimo
ho smesso di cercarti.
Tra queste rughe s'è aperto un solco
come fossi invecchiata
eppure trema ancora
ed un pallore di malinconia
si vede chiaro nel mio viso.
Bastava un attimo
un batter di ciglia
e gli occhi avrebbero acceso la notte.
@ copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento