mercoledì 3 agosto 2016

MICHELE TRANO



Il Lago nel cuore
Mi hai tormentato l’anima
Mi hai tormentato il cuore
Eri l’abisso immenso dell’amore..
La tua innata bellezza era un bagliore,
mi accarezzavi donandomi eterna passione.
Ti lasciavi ammirare, toccare, apprezzare,
sapevi farti ascoltare dal tuo canto seppur calmo..
spianavi il palmo della mano per coccolarmi e stringermi a te,
come una regina si lascia avvolgere dal proprio re.
La tua nitidezza inebriava carezza,
con i suoi sprazzi divini seppur vivi.
Agitato, mosso, scosso a più non posso
ma eri tosto e fermo al tuo posto..
Il vento al suo passaggio ti salutava,
il sole ti riscaldava e ti acclamava,
e quando giungeva la notte..
la luna, ti illuminava e sorvegliava..
proteggendoti con la sua armata di stelle tra le più belle.
Incorniciato nella mia esistenza
da uno scenario non immaginario
seppur straordinario.. il cui tratto,
rimarrà ricordo di un ritratto non astratto nel mio cuore.
-- G.Domenico Caturano --
"Opera tutelata dal plagio e depositata su www.patamu.com con numero di licenza 41621 Tutti i diritti riservati.
(Lago di Calceranica)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento