martedì 2 agosto 2016

L'INCERTEZZA DEL DOMANI (MAYA CAU)


Sì è sbriciolato il rifugio del cuore.
Raminghe armonie libere di agire
ora mi colgono, e
rabbiosi gemiti mi tormentano.
Un chiaroscuro di tenerezze
cullano perle di lacrime che,
senza rumore scivolano su
guance avvizzite mettendo a nudo
le mie fragilità.
Ripesco dal pozzo della memoria
anziani tormenti ancora palpitante di vita.
Ramingo il mio esistere,
senza orizzonti il mio cammino,
nulla condivido con la vita,
solo incertezze intorno a me.
Mi accompagna ovunque lo smarrimento,
l'urlo del mio cuore soffoca la notte,
e senza speranza attendo
il mio domani.
Maria Cau
D.R.L633/1941

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento