venerdì 12 agosto 2016

JURNATA FAUZA (BELGIRO DI MARZO)




I sette stammatina
‘nu sole ‘n faccia é rire,
buongiorno ‘cu ‘nu vaso
scetanneme c’alleria,
‘m saluta é và a passeggio
abbraccianne tantu viento,
i sento ‘nu lamiento
‘n fronte é foglie é ‘n faccia
‘o vetro,
scioscia assaje sta ventata
porta ‘o sole a passia,
‘ncoppa i monti é ‘ncoppa ‘o mare
pare ‘o vero ‘ca cé stà,
‘na staggiona autunnale,
chesta estata nun ma fa,
veco ‘o sole é sento ‘o viento
‘nu silenzio int’ a casa, mentre
fore st’alluccà,
m’ha mbrugliato ‘o sole mio
stà scarfanne sule o viento,
so doje ore che t’aspetto
sole bello mio diletto.
B. Di Marzo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento