domenica 28 agosto 2016

IL RICHIAMO (GIORGIO BISIGNANO)




Tese le orecchie ai suoni
forte il richiamo udì
un lampo bianco nero
oltrepassò i suoi occhi.
L’incanto della notte
la luna,ombre e le stelle
velarono d’arcano
l’ardore ormai domato.
Esili urla di donna
diretti a lui scemavano
mentre l’ululato del lupo
accese le sue vene.
Corse libero e selvaggio
a rinfoltire il branco
voltosi una volta ancora
indietro i suoi ricordi.
Lontano era il passato
di giochi e di carezze
ora fremeva l’alito
di sangue e libertà.
In lacrime lei gemeva
stesa sul prato stanca
entrambi ormai sapevano
di non rivedersi più.
E mentre l’alba filtrava
nel bosco fra gli abeti
un urlo di terrore
fra i denti ormai moriva.
27-08-2016
Giorgio Bisignano
(Foto web)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento