mercoledì 17 agosto 2016

I PASSI DELLA VITA (GIUSEPPE SPADERA)


Cristo si è fermato ad Eboli
e lo spirito continua nel suo cammino,
mentre il tempo è rimasto
crocifisso sulla croce.
Il dolore non lava, con le lacrime,
le pietre levigate da mani esperte,
che plasmano civiltà legate al loro tempo
e le sue grida, non guariscono le ferite,
da cui ancora sgorga sangue,
come un fiume quando rompe gli argini.
E quel pianto, rimane nello schiaffo
che apre gli occhi alla vita,
la prima luce che illumina l' anima
ritornata in fasce,
tra le amorevoli cure materne.
È forse un premio del destino,
o una punizione divina?
Oltre gli orizzonti della mente,
non esistono certezze,
oltre i confini dell' anima,
domina il creato e il suo creatore.
E i passi della vita,
percorrono sempre lo stesso sentiero,
in cui cambia solo la scena,
per i tempi del tempo.
Mentre lei resta ad aspettare
ancora un' altra commedia
con finale diverso,
ma sempre lo stesso.
Giuseppe Spadera
Tratta da L' ANIMA CHE SI ASCOLTA edito da "i rumori dell'anima"

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento