domenica 21 agosto 2016

GIORNI DIMENTICATI (OTELLO SEMITI)


I mille sentieri che corrono la vita
la nebbia ed il sole
il buio e le lunghe ore
passavano le stelle
attraversando pensieri.
Solo le nuvole erano mostri sacri
nella mente di mio padre
sembravano un cammino verso il destino.
Giorni dimenticati
e poi figure
e disegni
e parole
e poi gesti
e sedicenti ammonimenti
e quei quattro passi stanchi.
Fosti maestro di tanti
non di tuo figlio
non sapeva capirti tanto.
Giorni dimenticati potrebbero raccontare un mondo.
Ancora passano nuvole e stelle
i diversi sentieri traversano
negli anni le intemperie,
mutano le idee
mutano i gesti
gli uomini son distratti
i figli misfatti
logori i tempi sempre più moderni,
padri e figli dimenticheranno i giorni,
la storia racchiusa in un abbraccio
dirà che muta il tempo ma non il sentimento.
...20/08/2016...l'otello...sem

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento