giovedì 18 agosto 2016

E LE CHIAMANO VACANZE (CESARE MOCEO)


Chiasso di gente allegra
a bagnarsi nel mare amaro delle discordie
alimentato dalle lacrime
strappate a false commozioni
a divertirsi a correre su e giù
per sentieri che costeggiano abissi profondi
nelle cui pareti sono incisi
i gradi della gerarchia dei dolori
e nei quali sporgersi a implorare
gli angeli custodi che vegliano su di loro
ricordandosi solo in quei momenti
di sfruttarli a loro piacimento .
cesaremoceo
Proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento