mercoledì 17 agosto 2016

CHARLES MECCHARLES




Allegra come nota,
variopinta come melodia
danzo fra tasti bianchi e neri,
la musica è casa mia
e fra note e chiavi di violino
è soave armoniosa l'esistenza.
Saper voi dovete
che l'origine d'ogni cosa
nel tranquillo mar dell'oblio
Iddio tinteggiò l'ali di farfalla
con sette splendidi colori:
arancione del sorger del sole,
l'azzurro dell'infinito mar,
il rosso fulminante della passione,
il verde praterie dell'auspicio,
il giallo dell'amato sole,
il violetto dei prati di genziana
e l'indaco del profondo ciel.
Volando d'in fior in fiore
ingentilirono il creato di meraviglie
con un magico balletto di soavità
nell'incessante danza dell'esistenza.
Ma quel planar librandosi
con colori che il silenzio illanguidiva
in quell'oppressa quiete il confin colmar ...
ma luce era solo senza bisbiglio,
era angelica fiamma senz'anima,
bella, incantevole …
ma solo baglior.
Il mondo così brillar non poteva …
Nell'omnia sua sapienza
Iddio intuì che se color s'ingrazia,
il fragor ed il brontolio
al gentil cuor offre
melodia che incanta l'anima.
Sette farfalle colorate
sette note per colorar la musica:
Colui che tutto può
mescolò sull'ali tutti color
affinchè di sette sia l'infinito

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento