martedì 2 agosto 2016

CESARE MOCEO


Ma sarà vero che più della meta conta il viaggio?
Galanterie raffinate
avvincenti e ingarbugliate
mi sommergono miseramente
nella mia sfida alla vita
Leggiadri pensieri
lascivie rimate
agili e franche
si specchiano nell'anima offuscata
mentre onde di tristezza
m'attraversano col loro spirito
nella sensazione di vertigine che mi prende
quando balenii di malinconia s'addensano al cuore
E Io contadino puritano
semino il mio giardino
a emozioni e docili parole
per seguitare a fiorire
e inventare coi versi
preziose eleganze e favole pagane
.
Cesare Moceo
Proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento