sabato 9 luglio 2016

VADO (CESARE MOCEO)


Come un fantasma vado
per le strade in cerca del nulla
di quel non so che
per livellare la diversità
che mi isola dal mondo
Così
percosso
invisibile agli occhi dei più
m'immergo nell'evanescenza
di pensieri obsoleti
stretti a cappio da vortici di nebbie
che stentano a diradarsi
caligine racchiusa
in lanterne dell'Essere
che si accendono e spengono
negli angusti e remoti
meandri dell'anima
luce e buio che si alternano
tra momenti di paure
e istanti di felicità
.
cesaremoceo
Proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento