sabato 9 luglio 2016

SEDUZIONE (RINA SARCONE)


Nelle lunghe ore d'estate,
quando il sole indugia al tramonto
e le ombre mestamente si allungano,
guardo a ponente il disco infiammarsi,
mentre frotte nuvolaglie,
affascinate dallo sfarzoso nitore,
corrono per la volta celeste,
per giungere in tempo,
sedotte dal gran luminare
a godere del traguardo raggiunto .
Muovendo intorno ai bagliori,
ad esibir l'avvenenza e sedurre ,
coprendo di manto l 'amante,
s'imporporano di vermiglio e turchese,
turbandosi di tanto ardire .
Capita allora che un garbuglio
mi chiuda la gola.
La nostalgia di ciò che è ,
di quello che fu e più non poté ,
s'insinua nella mente,
a mano che i pensieri
si rivolgono a ieri.
Una lacrima scende senza sapere.
Una domanda silenziosa
affiora importuna :
quale l'intento di questo vagare ?
RINA S.
Coperto da Copyright
09.07.16

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento