domenica 17 luglio 2016

RECITAL (CESARE MOCEO)

Condannato immobile
ad affrontare continui viaggi
fuori e dentro di me
utilizzo i pensieri
negli accordi e disaccordi
delle mie radici e dei miei domani
E nell'alternanza
di fratture e momenti di lucidità
con le voci di dentro
a rimestare nella cattiva coscienza
sviluppare il coraggio
di affrontare lunghi calvari
nel dialogo con Dio
accettare le passioni
trasformate in forti sofferenze
e annegarle nel fascino morboso dei dolori
Infiammarmi in questa fantasia
a mangiarne i frutti dell'immaginazione
raccontare i sogni
alla ricerca di qualsiasi carezza
e fantasticare
vestendo l'anima di luci e di colori
nello straordinario palcoscenico che è la vita
risolvendo così l'intrinseco dubbio
che mi rende differente dalle bestie
.
cesaremoceo(c)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento