domenica 10 luglio 2016

POPOLI (OTELLO SEMITI)


Orsù mio popolo risvegliati,
mi sembri rimbambito
da un sole accecante,
sordo all'ira di chi non ha più niente.
Mi sembri molliccio con chiunque mostri capriccio
uccidi per nulla
rubi nella culla.
Mi sembri un pittore fasullo
mescoli colori e fai un intruglio,
confondi il bianco ed il nero
e di tutto fai mistero.
Ma non ti ricordi quell'inno
di cui ognuno andava fiero,
fratelli non se ne faceva mistero.
Mi sembra che uccidi per divertimento
scambiando i colori con un presentimento
certo di quell'invasione che ti porti dentro.
Vorrei saper il giusto;
per dirti che sbagliando poi vien di gusto,
ma il risultato è male e si finisce per esser disperato.
“Stringiamoci a corte,siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò...”
Prova ad esser te stesso il resto vien da se,
pensa di non esser solo,
nulla ti sembrerà mistero e la tua vita un dono sarà.
...09/07/2016...l'otello...sem...

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento