domenica 24 luglio 2016

OGNI NOTTE (RANIERO IAFANTI)

dove posso
raccogliermi
con la tua ombra,

Come
tutte le sere
ho spento la luce 
sul mio giorno
adagiandomi
per prendere sonno.
Un momento
di pace
dove posso
raccogliermi
con la tua ombra,
mentre La mente
si affolla di pensieri
come coriandoli
spinti dal vento.
Cerco di rincorrerli
respirando l'arrivo
della quiete,
improvvisamente
quel dolore nell'anima
fa davvero male,
è troppo invadente,
tanto da averne paura
e credere che sia
l'ultimo respiro.
Questa mia folle
agonia sei tu.
E se la morte sei tu,
"che venga ogni notte".
Raniero Iafanti.
diritti riservati, 633/1941

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento