domenica 10 luglio 2016

MALINCONICA ESTATE (IGNAZIA MARIA ANGILERI)


Un nuovo giorno nasce già
e la vita continuerà,
finché morte non giungerà.
Il sol brilla nel cielo
ma la mia mente
è oscurata da un manto nero,
ad un tratto il rumore
di un ticchettio,
attira l'attenzione dello sguardo mio.
Sopra le pietre ,cade una goccia
e poi un altra ancora,
piu volte si ripete ...è la pioggia!
forte batte sui muri
e sopra i tetti,
è un suono di musica
il vento danza tra i cespugli,
il mormorio degli uccelli
che si ripetono consigli.
Mentre nel mio cuore
rimbalza di più il malumore,
il cielo cambia colore.
Si oscurano le nuvole
di un algido grigiore,
rivoglio il mio sole
che mi riporti il calore.
Mi faccia ritornare effervescente
e che la malinconia diventi impotente.
I.M.A.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento