domenica 24 luglio 2016

L’INVULNERABILE (BELGIRO DI MARZO)




Dal mare, dai monti e dal cielo
Colui di vita di qualità donato,
pace e affetto ai cuor diletti
con saggezza ed intelletto,
l’invulnerabile Signor dell’universo
che ha segnato la linea del perfetto,
ma il vulnerabile uomo ha distolto
la linea in un tranello,
il bianco ormai nero, con color
di vita nel perso mondo,
la pace fatta guerra, gli amori
giunti all’odio, il sorriso piange
lacrime,
un mondo non voluto dalle anime
perverse,
si lotta per un niente, la morte
è come un gioco,
la linea ci ha divisi, con un bianco
e con un nero,
c’è la vita e c’è la morte,
l’Invulnerabile…sta a guardare.
B. Di Marzo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento