domenica 17 luglio 2016

IL MIO GHIRIBIZZO (CESARE MOCEO)

Sentenze profonde
consolanti come il mare calmo
dopo ogni tempesta
accendono i lumi dell'intelletto
a ricordarmi che non ho
un mondo popolato da Angeli
E lotto per conservare integra
la capacità d'opporre resistenze
ai demoni che abitano
dentro il mio Essere
passando sovente
dal patetico all'esuberante
innalzandomi a Dio della mia anima
nella Pietà che stringo al petto
a favore di coloro che mi si oppongono
sia Essa passione
senza porte nè finestre
a manifestare corazzate libertà
nel ghiribizzo d'amalgamare tutti i delìri
e sanzionare peccati non commessi
con lacrime che irrigano i sogni
e i ricordi del cuore
col conforto della Verità
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento