martedì 26 luglio 2016

EPICENTRO (MIMMA PASCAZIO)


E son qui, 
immensa distesa marina,
magicamente attratta,
dai limpidi , rilucenti
cerchi concentrici,
allargantisi a macchia d’olio
sul verde tuo prato,
prodotti dal sasso lanciato
nella placida tua onda,
da mano innocente, gioiosa, di bimbo.
Ma ora, quel sasso son Io,
desiosa d’immergermi, ,
d’affondare nella liquida tua frescura.
E comincia la voluttuosa danza
dei cerchi, del vortice d’onda
che paiono volermi con loro risucchiare
e da me lasciarsi penetrare.
Nessun rumore quaggiù: pace,
celeste serenità, silenzio interrotto solo
dal battito del cuor mio impazzito!
Ora mi pare di soffocare:
brillanti, limpide bolle di respiro,
dal fondo del mio sen sfuggite,
cominciano leggere, aeree, a risalire
per conquistar la superficie.
Son tentata di seguirle.
son tentata di tornare... e
continuare a vivere e lottare....
ma solo per un attimo.
Più forte, sicura, si fa la voglia,
il desiderio di giungere giù,
sempre più giù,
fino …all’ epicentro,… all’origine
del tutto e del nulla….
della vita e della morte…
dello spazio e del tempo….
del finito e dell’infinito….
e… dell’Eternità:
l’ AMORE!!!!
E, finalmente, il mio cuore
pulsa, ancora una volta,
e… per sempre,… col tuo !!!
Mimma Pascazio

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento