domenica 17 luglio 2016

DONNA D'ORIENTE (ANDREA MICELI)


Ninfee e fior di loto, circondano il tuo corpo,
in mezzo all'acqua, sei tu la ninfa.
Sublime esempio di bellezza,
entri nel profondo con dolcezza.
Sei musica orientale, suono di Sitar per le orecchie,
profumo di patchouly, che inebriano i sensi.
Sei l'immagine dell'Amore, pieni di colori i tuoi vestiti,
come un prato multicolore.
Occhi tagliati da Dio, pelle vellutata,
capelli come foglie di bambù.
Vivi distesa al sole, aspettando un dardo,
un silenzio interiore.
Fiera come la primavera,
cammini nuda, illuminata dalla luna.
Le tue mani giunte, mi ricordano mistici dipinti,
la tua intelligenza è pazzia,
per uomini ignari della Conoscenza.
Non ti conosco, non so nemmeno se esisti.
Ricordo solo un frammento, un pezzo di vetro sul pavimento.
Un dolore acuto,
Lo stesso quando mi resi conto che, era tutto un sogno di vite passate,
dove già allora, ti chiamavo...
Incanto.
Andrea Miceli
Diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento