mercoledì 13 luglio 2016

COME SE FOSSE AMORE (PAOLA BOSCA)




Sospiri nudi incavano cosce tese
ad ogni fremito risponde la luna
sposa carnale di mille amanti.
Non riposa la notte di lunghi gemiti
discordia di stelle e aliti nelle carne avida
dita che cercano il sogno nei capelli umidi di voglia
occhi uncinati scollano il cielo.
Ancorata la giostra ai giochi infantili
la bocca sussurra di vergine stupore
nascondi il pudore nelle lacrime
illibato gioco di impacciata giovinezza.
Intrecci al seno l'anelato delirio
un sorriso tumido di attesa sfiora le labbra
parole fiatate carezzano le ciglia
come se fosse amore abbracci il miraggio.
Come se fosse amore a mani giunte inventi amore.
©paola bosca/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento