venerdì 29 luglio 2016

BRUNA CICALA




Ci ritroviamo troppo spesso a rincorrere il tempo per averlo donato a piene mani. Ci ritroviamo stanchi depressi e affaticati a rincorrere i bisogni delle persone che amiamo, eternamente in bilico tra il sentirsi in difetto e inappropriati e il desiderio di solitudine per poter scrivere l'affollamento della mente. Ci ritroviamo improvvisamente soli nell'ora della stanchezza assoluta che non permette di riappropriarsi dell'io esigente ma dimentico. Stanchezza, Una stanchezza fisica e mentale che ti fa dormire a intervalli colmi di parole che non riesci a fissare e che si sciolgono come neve al sole al successivo risveglio. Ora, ad esempio non so cosa sto scrivendo, magari lo rileggerò dopo, oppure avrò dimenticato di averlo scritto. Disturbi dissociativi? Sono sempre tutti assolti dalle colpe, Incolpevoli per aver dimenticato. Facile, adeguato, senza colpo a ferire.
(bru/stracc@)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento