giovedì 7 luglio 2016

AUTOBIOGRAFANDO (CESARE MOCEO)


Il sorgere del sole,
il suo tramonto,
la caduta delle foglie
in autunno,
un'àlito di vento,
la sua forza
nel mare in tempesta,
un cielo stellato
che mi parla di Lei,
fanno vibrare nel cuore
palpiti nascosti
scompigliando nostalgie
e ricordi;
il premere di voci
di bambini festanti,
i trilli armoniosi
delle cicale nel giardino
dietro casa mia,
abbagliano
con una luce
emozionale intensa
che mi libera
dalle ombre dolorose
del tempo,
tra mille domande
sempre senza risposta,
nella costante esigenza
di cercare l'Essere
tra le miserie umane,
nella povertà
della comprensione
a sfociare in una poesia
che voglia trasferire
emozioni e sensazioni,
sublimate
dalle esperienze vissute,
che sconvolge
la vitalità di questi sentimenti
e mi proiettano,rischiarandolo,
nel buio della memoria
e degli affetti.
Dalla trilogia "Il mio destino" 3*
cesaremoceo(c)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento