lunedì 27 giugno 2016

SENZA PIANTI NE' RIMPIANTI (CESARE MOCEO)


Fragile e indifeso mi sembro oggi
reclamato e conteso
e chiamato a essere il conforto
di chi bussa alla mia porta
E guardo indietro
a ricordare ciò che non tornerà più
notti ebbre di desideri
dispersi in tramonti spogli d'infinito
Amare la vita ancora con amore
adornando i pensieri di sentimenti dorati
a intenerire il cuore di sogni e speranze
fermare il tempo e guardare avanti
nei sorrisi senza pianti ne' rimpianti
.
cesaremoceo
Proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento