domenica 19 giugno 2016

SE BASTASSE (DANIELE CERVA)


Bastasse una poesia
A capovolgere la mente
A sradicare la tristezza
A drenare ogni malumore
A raddrizzare la mia vita
Scriverei scriverei
Mille volte ancora
Ma a stento
Sgorgano poche parole
Da quest’anima inquieta
Che non trova pace
Che vive ogni giorno
Come fosse sempre l’ultimo
E sopravvivere è fatica
Impegno arduo quotidiano
E poco resta al sogno
All’andare via volando
Se la bocca è piena solo di parole
Ci vuole pane anche per l’amore
E vino buono per gioire
Invece i giorni miei
Non colorano di niente
Uno dopo l’altro
Sempre vuoti senza sapore
Ma nonostante tutto
Ancora io m’illudo
Che questa vita abbia un senso
Per non farla finita.
19 giugno 2016
© Daniele Nani Cerva
Immagine © Kalosf

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento