venerdì 17 giugno 2016

MARIA ELENA MINCIULLO

Abbiamo avuto colline e paesi della bella Sicilia devastati dal fuoco. Fiamme , cenere, dolore sono ancora nei nostri cuori.
Per appiccare un fuoco basta poco
ci vogliono malvagità/Indifferenza/irresponsabilità
cresce la fiamma divoratrice fra erba secca e un venticello
inizia a divorare fra grida/sudore/sgomento.
Paura semina il fuoco
guardano i contadini impotenti le colline arse
scende dal loro viso una lacrima
che arriva fino al cuore
mentre tutto sembra perduto.
Ardono campi/ardono case/ardono uomini e donne
vittime si contano tra eroi in divisa che lottano le fiamme
mentre una preghiera muta si alza verso il cielo
neanche le parole riescono a farsi spazio fra labbra riarse.
Vigliacchi usciti dalle fogne
dove siete ora rintanati
sembianze di uomo dal cuore di pietra
nel fuoco dovete tornare
cenere maledetta fra la cenere.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento