martedì 14 giugno 2016

LA SOPPRESSIONE (PAOLA BOSCA)




Puzza la sofferenza
puzza di aria stantia nella stanza celata al sole
stordisce alla radice della follia
e corrode le ossa fino a macerarle.
E' più di un coltello affilato che scava il fianco
è quel sorriso sfrontato che spegne l'anima
è collezione di dolori da impiccare alla parete
un cappio al collo per godere di te nel perpetuo.
Avida amante di fragili cuori
brace soffiata su pallidi deliri
un volto mutilo ma di bocca vorace
infinite pulsioni da sbranare.
Puzza la sofferenza
ti scoppia dentro il suo fetore
divarica le costole e inietta il suo odore
piene le narici annaspano aria.
Smembrate ossa e carne
palpitazioni e sensazioni
trovano sollievo nel buio dello sguardo
doverosa la supplica del silenzio.
Delitto di sentimenti
tacete i vostri nel segreto della notte
poichè al riparo della luna fiateranno ancora vita
occultate il vostro nome alla sua pretesa.
Puzza la sofferenza.
©paola bosca/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento