mercoledì 22 giugno 2016

DUE RONDINI (RINA SARCONE)


Eravamo due rondini
é volavamo felici
nel cielo infinito.
É volavamo ,
noi rondini tra le rondini,
ad ali spiegate,cullati
dalla brezza dei nostri sogni
e del nostro essere,
in quell'azzurro sconfinato.
che non aveva orizzonte.
E sentivamo stupiti,
i palpiti dei nostri cuori.
Non ci importava di nulla,
eravamo soltanto io è te.
Poi, all'improvviso,
ti sei ferito,e ti sei appoggiato
su una grondaia,al riparo
di un tetto.
Ora non voli più :
un'ala si è' rotta e,
intorno a me c'è' solo
il silenzio.
Vorrei...vorrei essere venuto.
per tenerti sempre abbracciato,
e portarti,ancora su a volare,
volare,volare,anche così ,
con la tua ala spezzata,
ma con i sogni di sempre,
immutati nel tempo.
Vengo a trovarti ,ogni giorno,
li,su quella grondaia.
Spesso mi guardi senza parlare,
ma i tuoi occhi
mi dicono tutto!
Eravamo due rondini,
che ora non volano più....
RINA S.
Coperto da Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento