sabato 18 giugno 2016

AVREI ATTESO L'ETERNITA' CON TE (TERESA ESPOSITO)


Mi son persa nel tuo intimo sguardo,
scrutavi le paure, le incertezze
che l'anima mia, nuda e fremente, 
mostrava ai tuoi occhi felini.
Il tuo corpo vibrante sussultava
seducente alla mia voce roca,
avvinghiato al mio, a briglia sciolte,
imbizzarrito, affondava colpi
nel mio essere tua e soltanto tua.
Arresa ai tuoi voraci baci,
sentivo il tuo corpo duro dentro
al mio e come fiumana di voglia
in piena, straripava e lambiva
il fiore della passione, avido
e bramoso di bere quel nettare
insaziabile della tua passione.
La bocca ingorda chiedeva baci
e baci ancora, perché mai sazia
degli umori della tua libido.
L'odore intriso nelle lenzuola,
e mischiato col sprofumo forte
dei tuoi sapori, mi catturava,
e schiava del tuo essere maschio,
avrei atteso l'eternità con te.
Teresa Esposito

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento