martedì 24 maggio 2016

VITA (MARINA COSSU)


Per questo mare mosso da tempesta
passa la nave mia sfidando i venti
tra i flutti del viaggio che s'appresta.
Lungo la rotta degli incantamenti
alla deriva vado come legno
abbandonato in facili illusioni
che della meta più non trova segno
ma cicatrici e rughe di passioni.
Come fuscello mi sommerge l'onda,
ma più bruciante è il sale dei miei occhi
quando perduta credo l'altra sponda
e da lontano sento già i rintocchi
di una campana dalla voce tonda
che mi consoli e come manna fiocchi.
Marisa Cossu
(Il dipinto è di Ivan Ajvazovscky, fine '800, Nave sul mare in tempesta)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento